Grazie al teleriscaldamento Torino è sempre più città sostenibile

ENGIE e Iren insieme per estendere la rete di teleriscaldamento del capoluogo piemontese. Grazie all’impianto di storage termico, questo incremento non presuppone  la costruzione di nuovi impianti ma sfrutta in maniera ottimale quelli già presenti, in un’ottica di sostenibilità e tutela dell’ambiente

|||

Fonti rinnovabili per lo sviluppo dei Balcani

La BERS (Banca europea per la ricostruzione e lo sviluppo), attraverso il fondo Renewable District Energy, sostiene gli investimenti per l’impiego di fonti rinnovabili nei sistemi di teleriscaldamento e raffrescamento in Albania, Bosnia-Erzegovina, Montenegro, Kosovo, Macedonia e Serbia.

||

Impronta ambientale certificata per il teleriscaldamento a Ferrara

Certificazione Carbon Footprint per il teleriscaldamento ferrarese. Uno studio di Hera e di Ergo ha certificato la riduzione dell’impatto ambientale sulla città di Ferrara. I risultati evidenziano che la fornitura di 1 chilowattora termico grazie al teleriscaldamento ha un peso di soli 122 grammi in termini di CO2 prodotta.

|

Mieres (Spagna): da una miniera abbandonata calore geotermico distribuito

A Mieres, in Spagna, un uso alternativo per un sito minerario dismesso, grazie allo sviluppo di soluzioni all’avanguardia. Tra i benefici, il miglioramento del valore dell’area urbana, il controllo delle emissioni, la riduzione dell’impatto ambientale, del consumo di risorse e della dipendenza energetica.