Appello all’Europa: promuovere l’uso sostenibile della biomassa legnosa nella produzione energetica

Quaranta aziende e organizzazioni chiedono al Parlamento Europeo di consentire l’uso efficiente e circolare dei residui di biomassa legnosa nel settore energetico.

AIRU ha aderito ad un’azione pubblica sul sostegno alla biomassa legnosa promossa da EuroHeat & Power, l’associazione europea che rappresenta tutto il settore del teleriscaldamento del Vecchio Continente. Tale azione ha visto il coinvolgimento di 40 firmatari fra associazioni europee, associazioni nazionali, operatori, aziende municipali e Comuni. L’obiettivo è promuovere l’uso circolare dei residui di biomassa legnosa e del legno tondo non di qualità nella produzione efficiente di energia.

Poiché il teleriscaldamento oggi costituisce uno strumento significativo per ottenere importanti risparmi di gas naturale e nel contempo per agevolare il percorso di decarbonizzazione nell’ambito del riscaldamento, e nel dettaglio la biomassa è una delle fonti significative del teleriscaldamento efficiente, nel contesto dei negoziati di trilogo sulla REDIII, le organizzazioni firmatarie hanno deciso di esprimere la loro forte preoccupazione per la proposta del Parlamento europeo di introdurre una nuova definizione di “biomassa legnosa primaria” e le restrizioni associate al suo utilizzo.

Questa definizione non riflette la realtà della gestione forestale e della bioenergia sostenibile. Invece di promuovere un quadro sostenibile e resiliente, minaccia il futuro di un settore che è fondamentale per decarbonizzare e garantire la sicurezza energetica di molte città e aree rurali in tutta Europa, nonché per fornire benefici socio-economici.

La dichiarazione è stata inviata agli alti funzionari dell’UE (Commissari, membri del Gabinetto), agli europarlamentari (ENVI e ITRE) e agli addetti all’energia del Consiglio.

 

Appello dei 40 firmatari inviato al Parlamento Europeo: Biomass Stakeholder Statement

Comunicato stampa di EuroHeat & Power: link