16 06 convegno cogeme tavola rotonda

“Territori ed efficienza energetica” : il convegno di Cogeme con al centro il teleriscaldamento freddo

Il progetto del teleriscaldamento freddo di Cogeme ed una Tavola Rotonda con autorevoli relatori

 

Il giorno 16 giugno 2017, presso Iseo Lago Hotel, si è svolto il Convegno “Territori ed efficienza energetica” – promosso da Cogeme Spa e Cogeme STL, con la partnership tecnologica di ASO Group – , durante il quale sono stati approfonditi i temi dell’efficienza energetica, in particolare nelle comunità e nei territori locali.

 

Il teleriscaldamento freddo: di cosa si tratta e le applicazioni di Cogeme

Il focus della prima parte dei lavori è stato il teleriscaldamento freddo.

Il “teleriscaldamento freddo” – questa la definizione per l’innovativa tecnologia approntata dai tecnici di Cogeme – è una soluzione per riqualificare energeticamente gli impianti di produzione calore di edifici, esistenti o da ristrutturare, utilizzando fonti energetiche rinnovabili in modo semplice, veloce e non invasivo. Il “modello” di Cogeme per lo sfruttamento geotermico è quello di una rete di distribuzione di acqua a 12-14 °C per fornire l’energia geotermica o idrotermica alla pompe di calore ad alta temperature connesse. A differenza della versione tradizionale è in grado di risolvere le criticità tipiche legate all’utilizzo di fonti rinnovabili all’interno di centri storici, di zone con scarsità di spazi comuni o di contesti con vincoli di tutela, rendendo la realizzazione della rete di distribuzione acqua estremamente più semplice, veloce e meno invasiva, con una riduzione dei disagi per i cittadini oltre a non richiedere una grossa centrale di produzione di calore.

Per Pierpaolo Tarantino, direttore tecnico di Cogeme STL, il teleriscaldamento freddoè una valida risposta alle esigenze di quei piccoli centri urbani interessati all’efficientamento energetico del territorio, il cui conseguimento, per le limitate dimensioni del bacino d’utenza, non può trovare una favorevole risposta nel teleriscaldamento tradizionale”.

Sulla stessa lunghezza d’onda Alfonso Bordonaro consigliere comunale di Ospitaletto con delega al settore, che ha raccontato la scelta del proprio Comune di condividere un’esperienza pilota di partnership con il privato.

 

Il teleriscaldamento. Pianificazione energetica, innovazione, casi di studio

La seconda parte dei lavori – moderata da Debora Rosciani, giornalista di Radio24 – è stata invece riservata ad una tavola rotonda di alto profilo alla quale sono intervenuti interlocutori che hanno portato diverse suggestioni attorno al tema energetico.

Carlo Scarpa, Professore di Economia Politica Università degli Studi di Brescia, inserendo il tema del teleriscaldamento nel contesto complessivo delle strategie energetiche del Paese, ha evidenziato alcuni aspetti dell’iniziativa presentata, ribadendo come la coerenza di dimensioni e investimenti sia l’elemento decisivo per progetti come quello di Cogeme STL.

 

Massimiliano Masi, Amministratore delegato LGH Spa, ha riconfermato l’obbiettivo di contribuire alla crescita socio-economica dei territori serviti, oggi anche nell’ambito della partnership industriale con A2A. Il teleriscaldamento freddo rappresenta in tal senso secondo il manager un’iniziativa interessante, perché integra il modello classico di teleriscaldamento già conosciuto. Rimane fondamentale in tal senso un rapporto importante con le realtà locali, che condividano gli obbiettivi. “Le utilities cento anni fa portavano il ghiaccio, cinquanta anni fa il metano, oggi l’innovazione nelle reti”.

16 06 convegno cogeme salaGiuseppe Mercurelli, Amministratore delegato ASO Siderurgica Spa, inserendo il proprio contributo in una ampia riflessione nel rapporto costo e produzione energia, e ricordando come ASO sia presente nel territorio di Ospitaletto da oltre 40 anni, ha confermato “la piena responsabilità sociale verso la comunità, e quindi anche in questa collaborazione con privato e pubblico”.

Wolfram Sparber, Presidente del Consiglio di Gestione Alperia Spa apprezzando il progetto del teleriscaldamento freddo, ha portato la propria esperienza nel territorio altoatesino, evidenziando l’impegno del sistema Paese nel contribuire allo sviluppo delle rinnovabili, andando pure oltre le aspettative iniziali.

 

Conclusioni finali

Da ultimo, Dario Lazzaroni, presidente di Cogeme Spa ha riconfermato l’impegno di Cogeme a “fornire soluzioni semplici a problemi complessi. Questo incontro – ha sottolineato – si è rivelato una preziosa opportunità di confronto per amministratori locali, operatori del settore ed esperti, su opportunità, risorse, strumenti di pianificazione urbanistica ed energetica. Un’occasione anche per fare il punto sulle iniziative che dall’Unione Europea sino alle realtà locali possono supportare i territori nelle opere di efficientamento energetico. In tal senso, la tecnologia del teleriscaldamento freddo di Cogeme si candida ad essere una concreta risposta alle esigenze dei centri medio-piccoli come quelli del nostro territorio. Anche la tavola rotonda – con autorevoli interlocutori che ringrazio di cuore per la disponibilità e per il contributo – è un momento che ha rappresentato credo un passo importante nello sforzo di essere a fianco delle comunità locali con idee e progetti innovativi.

 

Il convegno ha ricevuto diversi autorevoli patrocini tra i quali quelli della Provincia di Brescia, dell’ACB, dell’Associazione Industriale Bresciana, oltre che di rilevanti sigle scientifiche quali AIRU ed UGI.