L’AMBIENTE

teleriscaldamento-acquacalda   Per l’ambiente e la nazione:

• Permette di attuare una razionale politica nell’uso delle fonti energetiche con ampia possibilita’ di adattamento alle mutevoli situazioni del mercato energetico nazionale ed internazionale.
• Raggiunge ottimi risultati di efficienza e di risparmio.
• Contribuisce validamente al miglioramento della qualita’ dell’aria negli ambiti piu’ compromessi: i centri urbani.
• Il camino della centrale sostituisce i camini delle singole case nella citta’. L’elevata efficienza dei generatori impiegati nella centrale cogenerativa e la costante sorveglianza degli stessi da parte di personale specializzato, contribuiscono, unitamente alla presenza di efficaci depuratori dei fumi di scarico, ad un determinante beneficio ambientale.

E’ evidente come il risparmio in questo settore possa svolgere un ruolo importante nel conseguimento degli obiettivi della politica energetica nazionale, che tende a ridurre l’attuale dipendenza energetica in generale e dal petrolio in particolare.
• Possiede una valenza strategica di indubbio interesse.
• La realizzazione di sistemi di riscaldamento urbano, a piu’ grande contenuto tecnologico rispetto al pre-esistente, determina inoltre, quale beneficio indotto, lo sviluppo di nuove attivita’ per l’industria termoelettrica e meccanica del Paese, e quindi lavoro qualitativamente avanzato.

Quindi i presupposti che giustificano la realizzazione di sistemi di teleriscaldamento (alimentati da impianti di cogenerazione o da fonti rinnovabili) sono innanzi tutto:
• il risparmio di energia primaria di origine fossile;

• la riduzione dell’impatto ambientale connesso alla produzione di energia termica ed elettrica;

• l’uso di fonti rinnovabili altrimenti non sfruttabili senza una rete di collettamento;

• l’utilizzo di calore di scarto altrimenti disperso