terra e fumi

In Islanda il teleriscaldamento da fonte geotermica gioca in casa

Si svolgerà in Islanda, a Reykjavik, dal 23 al 25 ottobre, la prima Sustainable District Energy Conference. Sicurezza, qualità della vita, abbattimento delle emissioni, riduzione dei costi, le tematiche che saranno affrontate. Il tutto, sotto l’egida dell’innovazione tecnologica.

Se dici geotermia… in Europa vengono subito in mente due località: l’italianissima Larderello e, spingendo lo sguardo verso Nord sulla cartina geografica, l’Islanda.

reykjavik-islanda-123rf

Rappresenta dunque un momento di sicuro richiamo la Sustainable District Energy Conference che si terrà a Reykjavik dal 23 al 25 ottobre. La conferenza, al suo debutto quest’anno, intende valorizzare le opportunità del teleriscaldamento da fonti rinnovabili, focalizzandosi su quattro direttrici: la sicurezza degli approvvigionamenti, il miglioramento della qualità della vita (due aspetti che meriterebbe di essere maggiormente valorizzati anche in Italia), l’abbattimento delle emissioni climalteranti, la riduzione dei costi per la climatizzazione degli edifici. Questo anche grazie alla costante innovazione tecnologica che contraddistingue il settore.

L’ambizione degli organizzatori è quella di presentare il “caso Islanda” come un blue print potenziale per altri Paese in transizione energetica, non solo in Europa.

C’è sempre qualcosa da imparare…

Per maggiori informazioni:
https://sdec.is/