Congresso-ATI

L’innovazione termotecnica per uno sviluppo sostenibile e competitivo – CONGRESSO ATI

I temi del 69° congresso ASSOCIAZIONE TERMOTECNICA  ITALIANA:

Congresso-ATI• Clima ed energia
• Nuove tecnologie, ricerca e formazione per la reindustrializzazione in Italia
• L’approvvigionamento delle fonti energetiche
• HORIZON 2020
• Generazione dell’energia, gli impianti in Italia, componenti e relativi mercati
• Strategia energetica nazionale: vincoli e opportunità
• Il corretto utilizzo dell’energia e le richieste della popolazione
• Trasmissione del calore e termofluidodinamica
• Energetica negli edifici e impianti, automazione e domotica
• Tecnica del controllo ambientale
• Sistemi energetici convenzionali ed avanzati e rapporto con l’ambiente
• Produzione e impiego del freddo
• Energie rinnovabili, alternative e nucleari
• Produzione e impiego dell’idrogeno per usi energetici
• Motori a combustione interna
• Turbomacchine
• Oleodinamica e pneumatica
• Risorse e sostenibilità

Scarica il programma congresso Milano Settembre 2014

 

 

Il teleriscaldamento: le nuove regole per lo sviluppo. Ecco il programma

save the date

L’appuntamento rappresenta l’occasione per presentare l’esito dell’indagine conoscitiva IC46 concluso dall’Autorità per la Concorrenza ed il Mercato “al fine di verificare l’esistenza di criticità concorrenziali nel settore del teleriscald

amento, con riguardo alle modalità di determinazione del prezzo del calore, alle incentivazioni concesse, alle facilitazioni dell’allacciamento alla rete di TLR e alle difficoltà di disconnessione; con riferimento a questi aspetti lo scopo dell’indagine era di valutare l’opportunità di prevedere interventi antitrust tesi a ristabilire condizioni concorrenziali. Più in generale, l’indagine aveva anche il fine di inquadrare il servizio di teleriscaldamento sotto un profilo giuridico ed, eventualmente, suggerire interventi di carattere normativo e/o regolatorio finalizzati ad una sua più corretta sistematizzazione”.
L’indagine, rilevando che il mercato in cui si è sviluppato il teleris

caldamento è autoregolamentato, ritiene che la soluzione preferibile possa esser rappresentata dall’emanazione di una legge quadro settoriale, che dia unitarietà alla regolamentazione locale attualmente esistente. Considera inoltre che, “alla luce dei risultati fin qui ottenuti dal combinato operare di meccanismi di mercato e di una adeguata regolamentazione locale, tale soluzione sia preferibile rispetto ad alternative più invasive quali l’assoggettamento del settore ad una regolamentazione del 

prezzo sulla base del costo”.
Con queste indicazioni il workshop odierno ha invitato quindi il rappresentante dell’AGCM, il rappresentante del Ministero dello Sviluppo Economico, il mondo accademico e gli operatori del settore ad un confronto, per definire le basi del futuro sviluppo del teleriscaldamento, uno degli strumenti prioritari per raggiungere gli obiettivi di riduzione dei consumi di energia primaria anche secondo la direttiva 2012/27/UE.

Qui il programma.

Ricordiamo che il workshop è aperto e ad invito, previa iscrizione.

Per confermare la propria presenza: clicca qui

oppure nel caso non si aprisse digitare il seguente link

http://www.eventbrite.com/o/fondazione-energylab-1637120180?s=24256235