Così il Comune di Novi Ligure taglierà consumi ed emissioni

Il Piano di Efficientamento Energetico, appena approvato, prevede un investimento complessivo di 44 milioni di euro. Cuore del progetto, la creazione di due reti cittadine di teleriscaldamento. Sarà anche realizzato un “Parco Energia”.

Operazione efficientamento. Il Comune di Novi Ligure ha appena dato il via a un ambizioso progetto volto a razionalizzare i consumi di energia e a ridurre le emissioni di anidride carbonica.

La Società di Committenza Regionale del Piemonte (lo scorso 24 maggio) ha aggiudicato la progettazione, realizzazione e gestione del Piano di Efficientamento Energetico del patrimonio del comune di Novi Ligure al raggruppamento temporaneo di imprese costituito da Iren Energia, Acosì e Tre Colli.

Cuore del progetto è la creazione di due reti cittadine di teleriscaldamento, in grado di sfruttare sia la cogenerazione ad alto rendimento che le energie rinnovabili per riscaldare gli edifici pubblici. Da solo, questo intervento permetterà un risparmio di oltre 100.000 euro all’anno per i prossimi 33 anni nella gestione calore. È poi prevista la sostituzione nelle scuole di 1.400 lampade con più moderne luci a LED e la creazione di un Parco Energia per sensibilizzare la cittadinanza sui temi della sostenibilità.

L’implementazione del Piano – selezionato tra le 80 proposte del censimento di Utilitalia sulle migliori pratiche “Utili all’Italia” – permetterà un taglio complessivo delle emissioni climalteranti pari al 37 per cento. Ammontare totale dell’investimento: 44 milioni di euro.